Archivio

L’Archivio Salvo raccoglie la documentazione relativa alle opere di Salvo per la loro pubblicazione sul catalogo ragionato.
Le opere di cui viene richiesta l’archiviazione vengono esaminate da un comitato scientifico.
L’Archivio procede esclusivamente all’archiviazione di quelle opere che, secondo la valutazione e i criteri artistici e scientifici del comitato scientifico, ritiene idonee alla pubblicazione sul catalogo ragionato.

In caso di esito positivo dell’esame, l’opera verrà catalogata all’interno dell’Archivio e verrà inviato il relativo certificato. In caso di esito negativo dell’esame, l’Archivio invierà relativa comunicazione al proprietario dell’opera.

Per sottoporre un’opera all’esame, è necessario inviare la seguente documentazione:

— 2 stampe professionali a colori su carta fotografica formato 18 x 24 cm dell’opera
— 1 stampa fotografica a colori del retro, che includa in modo leggibile i particolari di tutte le eventuali iscrizioni, etichette, timbri, ecc. (ove necessario tramite più foto)
— 1 copia a colori del certificato di autenticazione emesso dall’artista, se esistente
—  wetransfer contenente copia digitale delle fotografie di cui sopra in formato jpg o tiff, dell’opera INTERA (con bordi visibili e su sfondo bianco), senza ombre e riflessi, risoluzione minima 300 dpi, base minima 30 cm (a causa delle dimensioni dei file, si prega di non inviare materiale via email)
— scheda compilata e firmata con i dati dell’opera dal proprietario dell’opera e non da terzi richiedenti (scaricabile qui)
— ricevuta di avvenuto pagamento dei costi di esame dell’opera
— autorizzazione del fotografo a pubblicare la foto e dichiarazione del fotografo di nulla pretendere per tale pubblicazione da parte dell’Archivio Salvo (scaricabile qui)

La spedizione dovrà essere effettuata tramite raccomandata o corriere espresso al seguente indirizzo:

Cristina Tuarivoli C/O Archivio Salvo, Via Bava 1 bis, 10124 Torino.

Il costo per la procedura d’esame per ciascuna opera è di Euro 500 e di Euro 200 per ciascun disegno ed edizione.

L’Archivio accetta pagamento solo tramite bonifico sul seguente conto corrente bancario. Si prega di non inviare denaro contante, assegni o altri metodi di pagamento.

Archivio Salvo
IBAN: IT77W0304801000000000094761
BIC/SWIFT: BDCPITTT
Causale: Indicare il nominativo del richiedente, e, se noti, il titolo e anno dell’opera.

A discrezione dell’Archivio, può essere richiesta ulteriore documentazione o la consegna o spedizione dell’opera stessa alla propria sede per un’analisi diretta.
Qualora l’Archivio chieda l’analisi diretta dell’opera, la spedizione di andata e ritorno dell’opera, come le pratiche di imballaggio e disimballaggio sono a carico e sotto la responsabilità del proprietario dell’opera. Resta convenuto sin da ora che l’Archivio non potrà essere ritenuto responsabile degli eventuali danni derivanti all’opera dal trasporto, imballaggio e disimballaggio della medesima. Resta inteso che l’Archivio non potrà essere ritenuto responsabile per tutti gli eventuali danni in qualunque modo e da chiunque causati all’opera durante il periodo di permanenza dell’opera presso il locali dell’Archivio per l’analisi diretta. Il richiedente con la richiesta di archiviazione rinuncia al riguardo ad ogni sua pretesa / diritto nei confronti dell’Archivio. Posto quanto precede, l’Archivio potrà subordinare l’analisi diretta alla richiesta di un’idonea copertura assicurativa a cura e spese del richiedente per tutto il periodo in cui l’opera rimarrà presso i locali dell’Archivio per l’analisi diretta.

Il pagamento non garantisce l’emissione del certificato di archiviazione, che avverrà solo qualora, all’esito dell’esame, l’Archivio Salvo riterrà l’opera idonea alla pubblicazione sul catalogo ragionato.

Il certificato verrà rilasciato in copia unica originale e può essere richiesto una sola volta.

Ove il richiedente non abbia un fotografo a disposizione per le stampe fotografiche richieste, l’Archivio Salvo segnala il fotografo Sebastiano Pellion Di Persano (info@sebastianopellion.it), per garantire uniformità delle immagini. La segnalazione è fatta dall’Archivio per mera cortesia e non influisce sull’eventuale archiviazione dell’opera o meno. Resta inteso che il richiedente dovrà accordarsi direttamente con il fotografo per tutti gli aspetti del servizio fotografico, compresi quelli economici.

Il materiale inviato per posta non verrà restituito.